Tra i laghi azzurri delle Dolomiti

Una delle prime mete che inserii nella mia ‘Wish List’ fu il Lago di Braies, ad oggi il Lago italiano più fotografato, nonché il più postato in Instagram.

Partendo da Milano il Lago di Braies dista all’incirca 4 ore, di conseguenza abbiamo preferito prenderci un weekend intero per far visita al Lago ed ai dintorni di esso.

Siamo partiti nel tardo pomeriggio di un venerdì autunnale, consapevoli del fatto che avremmo trovato non solo il freddo, ma anche la neve. Il meteo non prometteva affatto bene, ma abbiamo comunque preferito prenotare una piazzola nel campeggio di Dobbiaco (uno dei più vicini al Lago).

Il Campeggio in cui abbiamo prenotato si chiama Olympia Camping e si trova a circa 15 minuti di auto dal Lago. Oltre ad essere in una buona posizione è anche un ottimo campeggio dal punto di vista dei servizi : i bagni sono molto puliti, il market ben fornito e il ristorante (in cui abbiamo cenato la prima sera) offre dei buonissimi piatti locali. I prezzi sono molto ridotti rispetto agli hotel della zona, soprattutto quando se avete intenzione di andare in Alta Stagione. Sfortunatamente però il tempo non ci ha permesso di montare la tenda nessuna delle due notti, di conseguenza noi siamo stati “costretti” a dormire in auto. Nonostante la notte la temperatura sia scesa sotto zero, nonostante la neve ed il ghiaccio, non abbiamo patito il freddo e non siamo stati così scomodi come avevamo previsto.

Ora vi parlo del nostro itinerario di due giorni tra le cime delle Dolomiti. All’interno della lista vi inserirò sia ciò che abbiamo visitato, sia ciò che avremmo dovuto visitare, ma per motivi di tempo o di meteo non abbiamo potuto vedere.

Giorno 1

  • Lago di Braies all’alba
  • Brunico
  • Lago di Anterselva
  • Lago di Braies

Giorno 2

  • Vipiteno
  • Lago di Carezza
  • Bolzano

Dal campeggio di Dobbiaco ci siamo svegliati alle 5:00 di mattina pronti a vedere l’alba al Lago di Braies. Giunti al Lago abbiamo atteso fino alle 7:00, ma purtroppo il sole quel giorno aveva preferito non sorgere, la pioggia e le nuvole avevano preso il sopravvento; ne siamo rimasti onestamente un po’ delusi, ma ritornando al Lago il pomeriggio stesso, ci siamo resi conto di quanto fossimo stati fortunati a vedere il Lago la mattina senza nemmeno una persona intorno a noi.

Il Lago di Braies vuoto guadagna il 100% del fascino che al contrario perde quando inizia ad affollarsi. Dalle ore 9:00 in poi vi verrà complicato anche trovare un parcheggio, che il comunque consiglio di prenotare da casa tramite il sito dell’hotel.

Finita la visita del Lago di Braies ci siamo recati a Brunico per fare colazione.

Brunico in sé è un paese piccolo, ma molto carino e caratteristico. Ci sono diverse case clorate che troverete tutte all’interno della via principale. Non vi sarà difficile trovare un parcheggio in questo paesino; il più comodo si trova nei sotterranei della città e possiede una scala mobile che vi permette di raggiungere il centro della città.

Noi abbiamo deciso di fermarci in uno dei primi bar a fare colazione data l’infinita fame che avevamo, ma andando più verso il centro, troverete diverse panetterie e pasticcerie, nonché bar e locali che vendono brioches fresche e tè bollenti.

La Via centrale è abbastanza turistica, piena di negozi e ristoranti in cui potrete fare un pranzo tipico trentino, ma noi abbiamo preferito fermarci qui per uno spuntino di mezza mattina; ci siamo fiondati nella prima panetteria che abbiamo trovato e abbiamo mangiato un buonissimo “Brezen” tedesco che, nonostante non provenga dalla Germania stessa, ci ha molto soddisfatto.

Finita la colazione e la ‘mini‘ visita alla città ci siamo recati presso il Lago di Anterselva, che dista circa 1 ora di auto da Brunico. Questo lago mi ha personalmente lasciata a bocca aperta.

Il parcheggio costa 4 euro per tutta la giornata e vi permette di lasciare l’auto a pochi passi dal Lago stesso. Il giro del Lago dura all’incirca un’ora, ma noi abbiamo preferito percorrere il perimetro di solamente metà Lago, poiché non avevamo le scarpe adatte per percorrere l’ultimo tratto.

Lungo la tratta di questo lago vi imbatterete (se sarete fortunati, non come noi) in piccoli e grandi cerbiatti e in diverse paperelle e anatroccoli che nuotano nelle acque azzurre. Nonostante il tempo non fosse dei migliori, anche con le nuvole, questo Lago ci ha permesso di ammirare dei colori strepitosi che andavano dall’azzurro limpido all’azzurro scuro. I riflessi che le nuvole facevano nell’acqua erano un punto aggiunto alle fotografie che abbiamo scattato.

A metà Lago vi imbatterete in un piccolo parco giochi e in un rifugio che vi offrirà piatti caldi come, polenta e stinco, ma anche bevande calde e fredde in base alle vostre esigenze.

Finalmente è arrivata l’ora di pranzo e già dalla mattina avevamo deciso di ritornare a Brunico poiché un paio di ristoranti hanno attirato la nostra attenzione. Ad ogni modo di quanto si possa mangiare bene in Trentino Alto Adige ve ne parlerò in un post differente.

Intorno alle 15:00 siamo giunti nuovamente al Lago di Braies e finalmente ci siamo messi in coda per prendere la famosissima barchetta che permette di compiere il giro del Lago. Essendo che il sole aveva preferito non sorgere per tutto il giorno, siamo riusciti a non trovare fila per il noleggio della barca e, in tutta calma, abbiamo potuto compiere il nostro giro. Il vento non prometteva bene, ma alla fine ci siamo divertiti ugualmente ed abbiamo scattato delle bellissime fotografie.

La nostra barchetta
Fidato compagno di avventure

Noleggiando la barca avrete la possibilità di “navigare” per 30 minuti, al costo di 19 euro, oppure per 1 ora intera, al costo di 29 euro. Noi abbiamo deciso di noleggiarla per un’ora, anche se, a causa del vento, abbiamo parecchio sentito il freddo.

Hotel del Lago che attribuisce il nome anche all’omonimo parcheggio.

Freddi e congelati, decidiamo di rientrare al campeggio per una bella doccia calda e successivamente di uscire a cena. Eravamo davvero distrutti quindi, per non essere stanchi in vista del giorno seguente, abbiamo preferito andare a dormire abbastanza presto.

Il secondo giorno avevamo in programma di visitare sia il Lago di Sorapis che il Lago di Resia, ma a causa di due incidenti e del tempo metereologico instabile, abbiamo preferito dirottare su un altro itinerario.

Appena svegliati ci siamo fiondati a Vipiteno a fare un’abbondante colazione. Lungo la Via centrale del paese (non potrete perdervi c’è solo quella) ci sono decine e decine di bar che offrono brioches fresche, pizzette e brezen caldi. Noi abbiamo optato per un tè caldo e un cappuccio con brioches, per poi recarci nel panificio più vicino ad acquistare un brezen.

Fatta la colazione c siamo diretti alla macchina in direzione Latemar, Lago di Carezza! Sarà piccolo, sarà quel che sarà, ma io mi sono innamorata di questo Lago dal primo istante.

Il Lago di Carezza non è difficile da raggiungere, dista appena 30 minuti da Bolzano, ha una strada facilmente percorribile con qualsiasi auto, quantomeno in estate, e ha un ampio parcheggio in cui sostare liberamente per effettuare tutto il giro del Lago a piedi.

Appena parcheggiata l’auto vi imbattere in un lago, davvero piccolo, di un colore azzurrissimo. Il Lago inoltre è contornato sia da montagne che da centinaia di pini, il che lo rende molto fotogenico grazie ai mille riflessi sulla superficie.

Rispetto a qualche anno fa il Lago contiene molta meno acqua, probabilmente per questioni climatiche, vi consiglio quindi di affrettarvi a fargli visita prima che l’acqua scompaia definitivamente.

L’ultima tappa del nostro week-end è stata Bolzano! Qui abbiamo deciso di deliziarci con un buonissimo piatto tipico Alto atesino e ne siamo rimasti più che soddisfatti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...