5 cose da fare assolutamente a Berlino

Partendo dal presupposto che io sono un po’ di parte per quanto riguarda Berlino, dato che è una delle mie città preferite, ma se devo essere sincera, a prescindere da questo, penso che sia una delle città europee che nessuno debba perdersi.

Berlino è una città molto particolare e bizzarra, caotica, ma anche calma, ricca di storia e di divertimenti per tutti i gusti.

Nel momento in cui vorrete recarvi in questa città sappiate che 3 o 4 giorni non saranno affatto sufficienti per visitarla a fondo, ma vi basteranno per toccare le tape imperdibili all’interno della città.

Berlino è una città molto grande, ma soprattutto molto dispersiva; il mio consiglio è di acquistare il ticket della metropolitana che sarà valido per le 72 h che vi troverete in città, così da avere a disposizione tutti i mezzi di trasporto h24.

Parliamo ora di queste cinque imperdibili tappe a Berlino:

  1. EAST SIDE GALLERY

La città, come ben sappiamo, è suddivisa in Berlino Est e Berlino Ovest e, anche se molti non lo sanno, la divisione è ancora ben visibile tramite il famoso muro che separa queste due zone. Proprio il muro prende il nome di East Side Gallery, ed è parte dell’antico muro di Berlino, che ha però sulle pareti un tocco di modernità. Sopra al muro sono infatti stati disegnati una serie di bellissimi murales che narrano, tramite alcune metafore scritte e designate, la storia di coloro che hanno abitato la capitale tedesca negli anni della divisione.

La possiamo definire come una Galleria di Arte Moderna che attribuisce a Berlino un’allegria insolita che non sarà possibile respirare nel resto della città. Alla fine della Galleria c’è un grande ponte (molto bello), che in passato apparteneva ai sovietici e che ad oggi è la stazione della metropolitana più vicina alla East Side Gallery. Quest’ultima per essere visitata necessita almeno un paio di ore per tre ragioni: è sempre molto affollata, è lunga circa 1.3 km e (se siete come me) vi fermerete a scattare centinaia di fotografie.

2. FERNSHTURM BERLIN

Niente meno che la famosa Torre della Televisione. Essa è situata nel centro di Alexander Platz ed è alta 368 m. C’è la possibilità di salirvi sopra, cosa che vi consiglio fortemente, ma non di sera come avevo fatto io. La sera, per quanto Berlino tutta illuminata ha il suo fascino, non è nemmeno paragonabile a come potrebbe essere la vista della città alla luce del sole. Il prezzo per poter godere di questa vista è tutt’altro che economico : 13 euro a persona, ma solo se, come me, sarete in possesso della Berlin Welcome Card, altrimenti dovrete raddoppiarlo.

Al di sopra della Torre c’è un Lounge Bar che serve colazioni, snack e cocktail; all’ultimo piano invece si trova un vero e proprio ristorante che, contro ogni aspettativa, non ha prezzi così esagerati.

Se desiderate salire fino alla cime della Torre della TV mi converrà acquistare il biglietto da casa o, quantomeno, prenotarlo, così da evitarvi la lunga fila all’ingresso.

Una volta pagato vi troverete sulla cima di una scala, ma attenzione per raggiungere la sommità della Torre non dovrete far fatica perché l’unico modo è utilizzare un veloce ascensore.

3. ISOLA DEI MUSEI

Perdonate la foto storta, ma ero di fretta quel giorno… Ad ogni modo, Berlino è una delle città con più musei in assoluto. Non troverete solamente musei storici, ma anche molti musei d’arte e musei strani, come quello dello spionaggio (consigliatissimo!). D’obbligo sarà quindi fermarsi alla famosissima Isola dei Musei, Patrimonio dell’Unesco e complesso composto da cinque musei. La zona è situata a pochi minuti da Alexander Platz e una volta giunti potrete scegliere tre : il Pergamonmuseum, il più grande e ricco della città, in cui vedrete opere di arte classica; il Bode-Museum, che include collezioni di monete e sculture; l’Alte Natioalgalerie, che contiene i dipinti degli Impressionisti e degli Espressionisti; il Neues Museum, che include il Museo Egizio e quello della Preistoria (uno dei miei preferiti); l’Altes Museum infine, che contiene solo opere di arte classica.

Anche se non si trova all’interno dell’Isola dei Musei, uno di quelli che vi vorrei consigliare è il Museum fur Fotografie. Questo è un luogo che ospita tutte le fotografie che il famoso fotografo Helmut Newton diede alla città di Berlino

4. GLI HOFE

Anne Frank

Stolpersteine

Viaggiando sempre con i mezzi, in una città come Berlino, rischierete di perdervi diversi luoghi. Se doveste aggirarvi vicino alla stazione U-Bahn di Hackescher Markt, vi imbatterete nel quartiere Scheunenviertel, ossia quello dei granai.

Questa zona, che comprende Karl-Liebknecht-Strasse, Torstrasse e Rosenthaler Strasse, ai tempi di Federico III era il luogo in cui i contadini dovevano depositare tutti i raccolti di grano; nell’epoca nazista invece, questi furono i quartieri in cui gli ebrei vennero costretti a vivere: il famoso Ghetto Ebraico di Berlino.

La zona non ha per nulla cambiato il suo aspetto interiore: i muri che circondano questa parte della città sono stati completamente pitturati con dei murales di artisti di strada. Quello che più mi ha colpita è stato quello nel vicolo Anne Frank Zentrum, in cui è raffigurata un’immagine della giovane ragazza prima che venisse deportata.

Inoltre, se mentre camminate provaste a guardare per terra lungo la Rosenthaler Strasse, vedrete delle piccole mattonelle di ottone: si tratta delle Stolpersteine, ossia delle piccole targhette che ricordano i nomi degli ebrei deportati nei campi di sterminio.

5. MANGIARE IN UN VERO RISTORANTE TEDESCO

Da vera amante della cucina crucca, devo ammettere che a Berlino ci sono molti ristoranti in cui si può pranzare e cenare mangiando cibo di qualità a prezzi estremamente bassi.

Uno dei ristoranti che maggiormente mi sento di consigliare è “Zur Gerichslaube“; si trova a due passi da Alexander Platz ed offre un menù completo dall’antipasto al dolce a soli 28 euro a persona, compreso di birra (qualunque altra bevanda a scelta).

Nel menù che ho scelto, ho potuto mangiare una zuppa di patate, porri e wurstel che, sembra banale, ma è davvero buon; un filetto di maiale con i cavoli rossi e uno knodle di patate e pane; una buonissima crema alla vaniglia con frutti rossi caldi.

Cosa molto, ma davvero molto importante… sentirete spesso dire che la cucina locale è grassa, unta e magari anche non buona, ma a mio avviso non è così. La cucina tedesca è molto saporita e abbastanza condita, ma tutt’altro che pesante; ovviamente, come in ogni posto, bisogna sapere dove andare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...