SEVILLA MARAVILLA

“Quien no ha visto Sevilla, no ha visto maravilla”

Si tratta di un detto molto famoso, prettamente all’interno del paese spagnolo, ma sicuramente permette di identificare velocemente la bellezza di questa città.

IL CLIMA

Le condizioni climatiche si Siviglia sono sicuramente qualcosa che ho dovuto tenere in considerazione; questa città può raggiungere i 40°C, soprattutto nei mesi che vanno da Giugno ad Agosto, tanto da rendere la visita ai monumenti un vero scempio.

Le stagioni migliori per visitare questa coloratissima città sono la primavera, in cui sbocciano i fiori e il clima è caldo, ma non torrido; l’autunno, stagione in cui sono andata io, dove anche di notte non fa mai freddo e questo mi ha permesso di girare in serenità la città.

DOVE HO DORMITO

Non è stata una scelta molto facile, purtroppo, visto che a Siviglia fa sempre caldo, non esiste una bassa stagione, dunque i prezzi sono sempre abbastanza elevati. Io ho dovuto prenotare con largo anticipo per potermi aggiudicare un prezzo “decente”.

Le opzioni di alloggio a Siviglia sono tre:

  1. Hotel con piscina su tetto: ottimo per coloro che andranno in estate
  2. Appartamento: affidatevi ad Air B&B poiché i prezzi non sono estremi e avrete una grande scelta
  3. I Riad: avrei voluto prenotare qui, ma i costo sono davvero alti e quindi ho abbandonato l’idea della casa marocchina

COME MUOVERSI

Siviglia io l’ho girata a piedi, nessun abbonamento di mezzi o noleggio. L’unico momento in cui sono salita su una macchina è stato il momento in cui dall’aeroporto mi sono dovuta recare in città e viceversa. Per fare questo tragitto ci sono i Taxi (abbastanza cari), i bus (leggermente scomodi) e Uber (molto usato in Spagna e molto comodo).

COSA NON PERDERE

Cattedrale di Siviglia

Questa è la più grande Cattedrale gotica del mondo, ed è assolutamente uno dei migliori monumenti della città. Questa Cattedrale, insieme al Real Alcazar, è stata dichiarata patrimonio dell’Unesco nel 1987. Per visitarla tutta e bene sarà necessaria almeno un’ora.

è aperta tutti i giorni, ma ad orari differenti in base alla stagione. Il biglietto ha un costo di 9€, ma per i bambini e gli studenti (con tesserino universitario alla mano) l’ingresso costerà appena 4€. Con lo stesso biglietto ho potuto visitare anche: la Sacrestia Mayor in cui si trova il Tesoro della Cattedrale, il Giardino degli Aranci e la Torre Giralda (torre della cattedrale), su cui sono potuta salire.

La Giralda

Come dicevo sopra il biglietto per salire alla Giralda è compreso nel prezzo di quello per la Cattedrale. Al giorno d’oggi, per i sivigliani, questa torre è il simbolo della città. La cima è comodamente raggiungibile per mezzo di rampe verticali, mai trasformate in gradini, poiché all’epoca l’obiettivo era quello di far salire anche i cavalli.

Una volta in cima potrete godere della migliore vista panoramica della città. Dalle varie angolazioni, con occhio vispo, potrete godere della vista di Plaza de Toros, il Metropol Parasol e tutti gli altri monumenti della città.

Noleggiare una barca in Plaza d’Espana

Piazza di Spagna è una delle più belle piazze che io abbia mai visitato. Per girarla tutta ho impiegato circa tre ore ed è stato più il tempo in cui scattavo fotografie di quello in cui guardavo qualcosa.

Si tratta di una piazza semicircolare e sta ad indicare l’abbraccio da parte della Spagna a tutte le sue colonie. In Piazza ci sono infatti diverse panchine colorate che rappresentano ognuna una delle 48 provincie spagnole.

Passiamo ora alla parte divertente della visita, la famigerata barchetta. Si può noleggiare una barca a remi al costo di 6€ per 35 minuti, con cui avrete la possibilità di “navigare” all’interno del fiume artificiale che circonda la Piazza. Quest’ultima, non è una piazza antica, ma è stata costruita nel 1929, di conseguenza ha compiuto il suo 90esimo anno di età nel 2019, anno in cui l’ho visitata io.

Sotto il porticato, rimanendo sulla sinistra, troverete il Museo dell’esercito. Si tratta di un museo gratuito che contiene al suo interno le varie divise, i vari riconoscimenti e le varie armi che sono state usate dall’esercito spagnolo durante le due guerre mondiali e la guerra civile. A me, personalmente, è piaciuto parecchio e di conseguenza vi consiglio di usare un’ora del vostro tempo per fargli visita.

Salire, scendere e rimanere abbagliati dal Metropol Parasol

Salire sul Metropol Parasol è stata un’impresa. Non sono riuscita a trovare subito l’ingresso, poiché non esistono cartelli… ho provato a chiedere in giro, ma in Spagna si sa, nessuno parla inglese… alla fine ho scoperto che l’ingresso non è situato nella parte superiore della struttura, dove cercavo io, ma è situato sottoterra, dove ho potuto ammirare anche alcune rovine della città.

Il costo del ticket d’ingresso è di 3€ e permette sia la salita che la discesa in ascensore, unico modo per raggiungere la cima. Una volta giunti in cima al Metropol ho avuto la possibilità di ammirare tutta Siviglia dall’alto, ma con angolazioni e prospettive completamente diverse, che solo una costruzione come questa può offrire.

Visitare la Fabrica Real de Tabacos

Mi ha intrigato l’idea di andare a fare visita ad una fabbrica di tabacco per la prima volta nella vita; giunta sul luogo mi sono resa però conto che questa fabbrica, oltre ad essere immensa e molto bella, al giorno d’oggi è stata trasformata nell’Università di Siviglia.

Se avrete voglia di andare, senza pagare nulla avrete la possibilità di visitare l’intera università entrando inconsciamente in tutti quei luoghi in cui in passato veniva fabbricato il tabacco.

Torre dell’oro e museo navale

Per visitare questo museo non abbiamo avuto granché di tempo, quindi ho preferito andare nella zona solo per fare visita alla Torre dell’Oro. Nonostante ciò molte persone mi hanno parlato molto bene di questo museo, perciò penso che valga la pena farci un salto.

La Torre dell’Oro invece la potrete visitare tranquillamente dall’esterno ed ammirare il suo cupolone in oro che si staglia per i quartieri della città.

E ora vi chiederete perché in un articolo di Siviglia non inserisco anche il Real Alcazar! Purtroppo non sono riuscita ad entrare; il weekend la fila era infinita sin dalle prime ore del mattino. Io mi ero completamente dimenticata di prenotare e il lunedì il costo del biglietto è di 1€ (se prendete il biglietto online, altrimenti se farete la fila sarà gratuito), di conseguenza potrete solo immaginare le file chilometriche.

Il monumento apre alle 9:30, ma la fila inizia a comporsi sin dalle 7:30 del mattino e il mio consiglio è quello di recarvi sul posto moooolto presto, altrimenti rischierete come me di perdervi uno dei monumenti più belli della città.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...