Borghi più belli d’Italia: Civita di Bagnoregio

Durante il mio On the Road Italiano di cui vi ho parlato nel link che vi ho appena riportato, come potete ben leggere ho fatto una sosta a Civita di Bagnoregio che, nonostante fosse leggermente fuori mano rispetto alla nostra “rotta“, era da anni all’interno della mia Wish List e proprio per questo motivo ho colto l’occasione di andarci.

Vista della città dall’inizio della discesa che conduce al ponte

Avrei tanto voluto dormire in questa piccola, piccolissima, cittadina in provincia di Viterbo, nel Lazio, ma purtroppo, per raggiungere la città è necessario attraversare un ponte sospeso situato ad un’altezza rilevante e, sempre purtroppo, mio papà soffre di vertigini, per questo motivo ci è stato impossibile raggiungere la città tutti insieme, siamo dovute andare solamente io e mia madre.

è assolutamente vietato raggiungere la rocca in auto o con qualunque altro mezzo di trasporto che non siano i vostri piedi, perciò munitevi di tanta pazienza e mettete delle scarpe comode, poiché la salita non sarà granché facile.

Un postilla di questo posto è che, proprio perché è vietato usare la macchina, la spesa per coloro che vivono lassù viene fatta da alcuni addetti che quotidianamente, per mezzo di un Apecar, raggiungono il centro del borgo e consegnano i beni di prima necessità agli abitanti.

Parlando della città in sé pare come una rocca descritta all’interno di un libro Fantasy, situata sulla cima di questa roccia immensa che, come appunto accennavo precedentemente, è accessibile solo tramite un ponte: lungo, stretto e ripido. Qui tutto ha il colore della roccia, le case, le mura tutto sembra stato creato esattamente dalla roccia stessa su cui è costruita la città.

Parte bella, quasi magica, della rocca sul quale è costruita la città è che essa, con il calare del sole, assume un colore rosaceo e con il tramonto è un qualcosa di davvero inimmaginabile, perciò vi consiglio fortemente di recarvi al balcone panoramico difronte al Borgo al calar del sole.

Questa è conosciuta da sempre come “la Città che muore” poiché la rocca interamente fatta di tufo, si consuma quotidianamente, si sfalda ed è soggetta all’erosione. In passato, ad esempio, moltissime persone che vivevano qui sono state costrette ad andare via.

Ad oggi all’interno del Borgo troverete solo la Chiesa e alcune casette, abbandonate, di epoca medievale, molte delle quali costituiscono i B&B adibiti ai turisti in visita. Ad oggi però ancora qualcuno, nonostante le erosioni e tutta la storia che questo borgo si porta appresso, ha ancora il coraggio di vivere qui: esattamente stiamo parlando di 12 abitanti.

La città vista dall’intero
Viuzza all’interno della città
Un B&B all’interno del borgo

Il ponte che permette l’accesso al borgo rimane, a mio avviso, la cosa più entusiasmante della visita, ma anche l’elemento più spettacolare; non lo dico senza ragione, ma perché man mano che si cammina lungo il ponte si può avere continuamente una vista diversa della città e proprio per questo, credetemi, vi fermerete ogni 3 passi a scattare fotografie.

Ancora oggi, comunque, proprio grazie ai turisti, Civita di Bagnoregio è una città piena di vita, questo grazie ai milioni di turisti che ogni anno vi fanno visita. Proprio perché stracolma di turismo, ritengo che questa sia una città che va visitata tassativamente nei giorni settimanali, poiché nel week-end non riuscirete a scattare nemmeno una foto in cui compaia un turista che non siate voi.

Per accedere al ponte che conduce alla città il prezzo da pagare è di 3€ nei giorni settimanali e 5€ durante il week-end. All’interno del borgo inoltre, proprio perché turistico, troverete tutto ciò che concerne i souvenir e il classico “bar” per bere un caffè nella città morente, si fa per dire.

Purtroppo però, l’accesso a questo borgo non è regolato e di conseguenza spesso e volentieri lo ritroverete davvero pieno di turismo di massa che, a una luogo del genere, non fa affatto bene, ma rischia di rovinare soltanto un posto incantato come questo.

Per quanto mi riguarda comunque, turismo di massa o no, Civita di Bagnoregio è assolutamente una di quelle tappe imperdibili, uno di quei luoghi da dover assolutamente visitare almeno una volta nella vita.

Civita di Bagnoregio vista dal Ponte
Civita di Bagnoregio vista dal balcone panoramico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close