3 giorni a Firenze: tips e consigli pratici

Partendo dal presupposto che Firenze è in assoluto la mia città italiana preferita insieme a Venezia, sono molto di parte a dirvi che se non ci siete ancora stati dovreste farlo al più presto. Detto ciò, proprio perché non lo avete ancora fatto sono qui per raccontarvi del mio weekend a Firenze e darvi tutti i consigli pratici per vedere al meglio questa bellissima città.

Voglio partire con un consiglio super che vi vorrei dare! Per la città ci sono ben tre cabine per fototessere vintage; si chiamano “Fotoautomatiche” e sono davvero caratteristiche e molto particolari, per questo motivo siete costretti ad andarci e portavi con voi delle monetine che vi permetteranno di bloccare questo ricordo scattandovi una bella fotografia.

Fotoautomatiche | Via dell’Agnolo – Via del Proconsolo – Piazza Stazione

Partiamo dalla Basilica di santa Maria Novella, poco conosciuta, ma a mio avviso davvero molto suggestiva. Secondo me questa Basilica è in assoluto uno dei migliori punti di partenza per iniziare a scoprire la città toscana. Appena vi troverete davanti a Santa Maria Novella verrete abbagliati da una facciata in marmo bianco e verde. Il momento migliore per vederla è la mattina presto quando la Piazza non è stracolma di gente e la Chiesa rientrerà interamente nell’obiettivo della vostra fotocamera. Perché ve la sto consigliando? Poiché al di fuori della facciata che a mio avviso è davvero splendida, al suo interno troverete il famosissimo Crocifisso di Giotto.

Basilica di Santa Maria Novella | prezzo: €7,50 | da lunedì a domenica | orario variabile

La seconda tappa del mio itinerario è stata la Galleria dell’Accademia che, contro il giudizio di tutti quelli che conosco, preferisco di gran lunga agli Uffizi. Dalla Basilica di Santa Maria Novella impiegherete appena 10 minuti a piedi (Firenze riuscirete a girarla interamente a piedi, senza alcun mezzo di trasporto se camminare un po’ non vi spaventa). Per entrare in Galleria c’è quasi sempre coda, ma non preoccupatevi, fatela poiché la vista vi ripagherà della fatica. Visto che, come dicevo sopra, sono un’amante di Galleria dell’Accademia, voglio elencarvi quali opere assolutamente dovrete vedere una volta entrati:

  • Ratto delle Sabine di Gianbologna
  • Madonna con Bambino di Sandro Botticelli
  • il David di Michelangelo

E qui molti di voi si staranno ponendo una domanda: ma non era agli Uffizi il David? NO! Il David si trova a Galleria dell’Accademia, ma proprio perché il museo più rinomato di Firenze sono gli Uffizi allora tutti pensano che questa splendida opera sia al loro interno.

Galleria dell’Accademia | prezzo: €12,00 | da martedì a domenica | orario: 8.15 – 18.50

Finita la visita alla Galleria il punto più vicino che avrete ( 5 minuti a piedi ) è il Campanile di Giotto, nonché il Duomo di Santa Maria del Fiore, il Cupolone del Brunelleschi e il Battistero. Il Duomo di Firenze, uno dei più grandi d’Europa, è anche uno dei più belli del mondo. L’obiettivo iniziale della costruzione era quella di superare in dimensione il Duomo di Siena e di Pisa e direi che ci sono riusciti alla grande! Una volta giunti dinanzi al Duomo avrete un’ampia gamma di attività da compiere. Per quanto la visita interna del Duomo valga oggettivamente la pena, penso che i soldi meglio spesi siano quelli per salire sia sul Cupolone del Brunelleschi sia sul Campanile di Giotto.

Cupolone del Brunelleschi

Dopo aver percorso 465 gradini, credetemi sono infiniti, soprattutto se avete appena scalato il Campanile di Giotto, avrete l’opportunità di ammirare i tetti di Firenze dall’alto, ma soprattutto tutti gli affreschi di Giorgio Vasari. Perché salirci? Perché è l’unico modo che avrete per vedere dall’alto il Campanile di Giotto, ve lo ritroverete proprio davanti una volta giunti alla cima.

Campanile di Giotto

Questo campanile è la torre campanaria del Duomo di Firenze. Iniziato da Giotto e terminato da Pisano, risulta ad oggi uno dei più grandi capolavori che l’Italia ha da offrire al mondo. Per raggiungere la cima dovrete salire ben 400 gradini che con molta fatica vi mostreranno ciò che prima non avete avuto la possibilità di vedere: la Cupola del Brunelleschi. Un consiglio che mi sento di darvi è che, rispetto al cupolone, per salire sul campanile non dovete avere alcun problema di claustrofobia, poiché i corridoi sono molto bassi e molto stretti

Complesso del Duomo | prezzo: €18,00 | prenotazione obbligatoria | da lunedì a domenica | orari variabili in base ai monumenti

Finita la visita al Duomo io mi ero ritirata nei miei alloggi poiché ero oggettivamente molto stanca e avevo dunque ripreso la visita della città il giorno seguente iniziando da Piazza della Signoria. Situata non molto distante dal Duomo di Firenze, Piazza della Signoria rimane, a mio avviso, una delle migliori architetture della città. Proprio in questa piazza avrete la possibilità di ammirare alcune delle più belle sculture dell’arte antica: la Fontana del Nettuno e la copia del David di Michelangelo che spiccano sulle altre. Proseguendo il mio itinerario mi sono buttata all’interno di Palazzo Vecchio che si trova proprio nel centro della Piazza. Palazzo Vecchio è uno dei simboli della città, ricco di storia e di alcuni segreti ancor non svelati. All’interno del palazzo ciò che maggiormente ho adorato è il salone del Cinquecento.

Palazzo Vecchio | prezzo: variabile in base alle attrazioni che vorrete visitare | da lunedì a domenica | orario variabile

Ed eccoci qui, arrivati alla tappa che tutti vogliono tassativamente fare una volta giunti nel capoluogo toscano: i famigerati Uffizi. Da Palazzo Vecchio ci vogliono circa 5 minuti a piedi e, anche se io prediligo Galleria dell’Accademia, non sto affatto dicendo che il Museo degli Uffizi non vale la pena di essere visitato. Tutt’altro! Parto con il dire che fuori dagli Uffizi c’è sempre una fila infinita, perciò il mio più grande consiglio è quello di prenotare con largo anticipo la vostra visita e soprattutto, se non prenotate, di controllare i giorni di chiusura poiché cambiano in base ai mesi e alle stagionalità.

Fatta questa premessa mi pare giusto elencarvi alcune tra le mie opere preferite all’interno del Museo:

  • La nascita di Venere, di Botticelli, in assoluto la mia opera preferita
  • La Primavera sempre di Botticelli
  • I Duchi di Urbino di Piero della Francesca
  • L’Annunciazione di Leonardo da Vinci

Insomma come potete vedere anche negli Uffizi c’è un’infinita lista dei migliori pittori della storia, per questo motivo, se Firenze sarà la vostra città per un weekend, la tappa è d’obbligo.

Museo degli Uffizi | prezzo: €20,00 | da martedì a domenica | orario: 8.15 – 18.50

Finita la visita agli Uffizi, che vi terrà occupati quantomeno 3 ore, mi sono recata nella zona di Ponte Vecchio, una zona che io adoro in città. Ponte Vecchio è uno dei ponti più instagrammabili del mondo e, fino al 1218, è stato l’unico ponte esistente per attraversare l’Arno. Lungo la camminata da una sponda all’altra del fiume vi imbattere in numerose gioiellerie, botteghe orafe tra le più prestigiose di Firenze.

Anche per oggi la visita della città è finita, ci prendiamo un po’ di tempo per uno spritz e un buon calice di vino toscano e andiamo a dormire dopo una cena tipica. L’indomani mattina abbiamo ripreso la nostra avventura ripartendo da Palazzo Pitti, non molto distante da Ponte Vecchio. All’interno del Palazzo troverete la Galleria di Arte Moderna, il Tesoro dei Gran Duchi, la Galleria Palatina e il Museo della Moda e del Costume. Non sono un’amante di Palazzo Pitti, però ritengo che se avanza del tempo e soprattutto se è la prima volta che visitate la città, una visita anche a questo monumento non guasta.

Palazzo Pitti | prezzo: €10,00 da Novembre a Marzo – €16,00 da Marzo a Ottobre | da lunedì a domenica | orario variabile in base alla stagione

Da Palazzo Pitti sono andata alla Cappella Brancacci, altra attrazione imperdibile in città. Questa chiesa è famosissima poiché al suo interno ci sono gli affreschi di Masaccio che narrano la vita di San Pietro. Anche in questo caso vale il discorso di prima: non fa parte delle attrazioni per eccellenza in città, ma se avete un giorno in più o qualche ora a disposizione un visita la vale.

Cappella Brancacci | prezzo: €8,00 | da lunedì a domenica | orario variabile

Infine, non potete andarvene da Firenze senza aver fatto un salto a Piazzale Michelangelo, uno dei punti panoramici più belli di tutta la città. Da Piazzale Michelangelo avrete la possibilità di ammirare la grandezza del Duomo, il Campanile di Giotto e ovviamente anche il Cupolone. Vedrete Ponte Vecchio e tutti i ponti che si trovano a Firenze. Insomma da qui potrete davvero ammirare Firenze in tutto il suo splendore. Per raggiungere il Piazzale vi consiglio l’auto, soprattutto se siete a corto con i tempi, oppure il bus. Se invece avete tempo da vendere come me qualche anno fa, la salita a piedi è davvero suggestiva.

Insomma, come avrete capito, Firenze ha tantissimo da offrire da un punto di vista attrattivo. Tanti monumenti, tante opere d’arte e tantissime Piazze piene zeppe di persone. Firenze è la città del buon vino, del buon cibo e della cultura. La città del “me la giro a piedi tanto è piccola”, ma poi si arriva in hotel distrutti. Ecco Firenze è questo, ma anche tanto altro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...