Una domenica tra le Langhe

Per la primissima volta, dopo averlo scritto da tempo sulla mia wish list, vado nelle Langhe e colgo l’occasione per degustare un buon vino rosso, fare un giro tra le vigne e ammirare dei paesaggi mozzafiato.

Il territorio delle Langhe, patrimonio dell’Unesco dal 2014, è da anni ricco di turismo italiano e straniero che corre ad osservare i meravigliosi filari e ad assaporare i buonissimi cibi e vini della zona. Partendo dal presupposto che per visitare le Langhe non vi basterà 1 giorno, ma probabilmente nemmeno 3, noi avevamo a disposizione solamente la domenica, quindi oggi vi darò un assaggio del nostro itinerario:

  • Panca della serenità
  • Cappella del Barolo
  • Neive
  • Altalanga
  • La Vigna dei pastelli
  • Chiesetta della Beata Maria Vergine del Carmine
Panca della Serenità

La prima tappa che abbiamo fatto è presso la Panca della Serenità, una panchina “gigante” rossa, immersa nel verde dei vigneti e con una splendida visuale su tutto il verde circostante. Vi starete chiedendo perché “gigante” è stato messo tra virgolette forse, ma dovete sapere che anche se questa panchina è effettivamente molto grande, non viene considerata parte del progetto “Big Bench”. Adiacente alla statale, noi abbiamo avuto la fortuna di non trovare nessuno a scattare foto su questa panca, altrimenti non avremmo avuto posto per parcheggiare.

Cappella del Barolo

Finiti gli scatti presso la Panca della serenità ci siamo diretti alla Cappella del Barolo, location che da anni vedevo sui social e che sognavo di visitare. Distante circa 10 minuti di auto dalla Panca, questa suggestiva cappella venne costruita nel 1914 e veniva utilizzata come riparo per i lavoratori dei vigneti circostanti in caso di maltempo. L’ingresso nella Cappella del Barolo non è consentito (almeno quando siamo andati noi) e per raggiungerla abbiamo lasciato l’auto all’inizio della staccionata e successivamente abbiamo impiegato circa 10 minuti di camminata in salita per raggiungerla.

Eccoci, dunque, alla terza tappa del nostro tour on the road nelle Langhe: Neive.

Tra le colline stracolme di vigneti abbiamo visitato uno dei borghi più belli d’Italia, immerso tra le vigne del Dolcetto e del Barbaresco e con una visuale magnifica sulle colline circostanti. Il tempo purtroppo non era dei migliori, di conseguenza la ‘panchina gigante’ che abbiamo trovato in questo borgo non ci ha concesso degli scatti “pazzeschi” come speravamo, ma, nonostante ciò, ci siamo follemente innamorati di questo borghetto. Una chicca imperdibile della città è la possibilità, camminando per circa 5 minuti al di fuori delle mura, di vedere le sue geometrie dall’esterno: torri e mura che si stagliano tra il verde delle vigne. Proprio qui, a Neive, ci siamo concessi un bell’aperitivo (anche perché era ora di pranzo) presso una bottega locale. Io, da buona amante del vino, non potevo farmi sfuggire l’occasione di bere un buon calice di Dolcetto che, oltre ad essere buono, era anche tanto!

Finito l’aperitivo erano arrivate le 13.00 e ci siamo recati presso l’Altalanga, un’altalena coloratissima a picco sui vigneti circostanti, ma prima pit stop per il pranzo. Nel mentre che ci dirigevamo verso la nostra quarta tappa, lungo la strada abbiamo incontrato una bellissima zona di sosta con tavolini di legno; proprio qui ci siamo fermati a mangiare la pasta fredda con una splendida vista sulle Langhe, un panorama che non scorderò tanto facilmente.

L’Altalanga!

Beh, che dire… per raggiungerla in auto la strada è abbastanza tortuosa, tutta sterrata e anche un po’ in salite, ma il risultato finale non vi farà venire voglia di tornare indietro. Si tratta di una bellissima altalena, colorata, composta da pastelli e come base una gomma per cancellare! Perfetta per i bambini forse, ma io, anche se ho 25 anni, mi sono seduta e mi sono spinta più e più volte con il vento tra i capelli e il verde circostante come sfondo. Si tratta di un’idea suggestiva, nonché un’attrazione gratuita, che ti permette di avere una visuale diversa della zona e soprattutto di tornare bambino!

Purtroppo, però dietro di noi c’erano 2 bambini, per questa ragione, fatto qualche scatto, abbiamo deciso di andare verso la nostra quinta tappa: la Vigna dei Pastelli. Ci troviamo a Coazzolo, piccolo comune incastonato tra le colline e i vigneti delle Langhe, divenuto famoso proprio per questa attrazione. In questo mini-borgo in provincia di Asti in realtà troviamo sia la 5° che la 6° tappa della giornata: la Vigna dei Pastelli e la Chiesetta della Beata Maria Vergine del Carmine.

Partiamo dalla Chiesa, davanti alla quale troviamo una bell’insegna che ci invita a proseguire per circa 150 metri, dirigendosi verso la cima della collina per ammirare la vigna colorata e il magico paesaggio. A questo vigneto, di proprietà dell’Azienda Agricola Anfosso Piercarlo è possibile accedere liberamente per ammirare i pastelli giganti che hanno preso il posto dei pali all’estremità dei filari. Presso questa vigna avrete anche la possibilità di fare un aperitivo e dei bellissimi scatti (colorati ovviamente) da postare e ripostare all’infinito sui vostri social.

Ecco all’ultima tappa, la Chiesetta della Beata Maria Vergine del Carmine, l’ultima opera artistica dell’artista britannico David Tremlett. In quanto a questo gioiellino ho davvero poco da dirvi se non che si tratta di una delle più carine e particolari chiese che io abbia mai visto.

Bene, siamo giunti alla conclusione della nostra giornata, purtroppo… come già vi accennavo all’inizio noi abbiamo stilato questo itinerario per una questione di tempistiche, ma siamo ben consapevoli che le Langhe offrono davvero mooolto di più di questo: cantine, escursioni e borghi medievali. Noi, invece, abbiamo preferito concentrarci su attrazioni particolari, un qualcosa che non si vede tutti i giorni insomma!

Con la speranza che il nostro itinerario vi sia piaciuto e soprattutto che possa essere fonte di ispirazione, vi auguro: BUONE LANGHE!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close